leonardagirardi

Lo dico a tutti quelli che mi hanno chiesto come è andato il nostro viaggio di nozze, che mi chiedono consigli di viaggio. La mia risposta è sempre questa: «se volete rilassarvi, se cercate una vacanza all’insegna del relax, andate in Umbria!»

Il nostro viaggio bellissimo in giro per l’Italia ha trovato nell’Umbria una regione rilassante, bella, fresca, immersa nel verde, nella pace non caotica di piccoli centri di stampo medievale e di luoghi di culto che invitano alla fede e alla preghiera.

Tanto ha fatto anche l’hotel in cui abbiamo pernottato. Eravamo poco fuori dalla città di Perugia, immersi nel verde, e ho ancora nitido il ricordo delle belle colazioni ogni mattino, circondati solo dal cinguettio degli uccellini e dall’aria fresca del mattino. 

Le nostre giornate cominciavano così, con il saluto del cagnolone Vito e i consigli della proprietaria dell’albergo sui posti da visitare.

Abbiamo diviso il nostro viaggio in tre tappe: Assisi, Gubbio e Orvieto. Di base eravamo a Perugia, bellissima cittadina che abbiamo visitato, conosciuto ed apprezzato di sera.

ASSISI

Il primo posto che abbiamo visitato dell’Umbria è stata Assisi, patria del Santo Patrono d’Italia, San Francesco. Appena arrivati siamo rimasti affascinati dal silenzio che aleggiava nella piazza, nella città. Tutte le botteghe, i ristoranti ed i vari negozietti si inerpicavano lungo stradine in pietra. Comprata la mia guida d’ordinanza, ormai un must dei nostri viaggi, decidiamo di seguire il percorso che ci indica il libricino. La prima tappa è ovviamente la Basilica di San Francesco. Tuttavia per arrivarci attraversiamo praticamente tutto il paese 😅 però devo dire che ne è valsa la pena perché così abbiamo avuto modo di godere appieno della particolarità storica di Assisi. Arriviamo in zona Basilica ed il colpo d’occhio è spettacolare! Si scorge da lontano, nella sua contenuta maestosità. Man mano ci avviciniamo e ci mettiamo in fila per entrare prima nella Basilica inferiore, da cui poi accedere alla Basilica superiore. Grazie alla mia guida posso conoscere i dettagli di ogni singolo affresco di Giotto e devo dire che è un’emozione unica trovarmi tante delle opere d’arte studiate sul mio libro di storia dell’arte di fronte a me. 

Da lì scendiamo in religioso silenzio alla cripta che contiene le spoglie di San Francesco ed è un momento davvero intenso e poi ci spostiamo nella Basilica Superiore e vedere i posti in cui ha avuto inizio la nostra arte moderna mi rende grata di aver intrapreso questo viaggio e della possibilità di poter vedere questi capolavori!

Dopo la visita alla basilica decidiamo di pranzare e troviamo molto invitante il ristorantino lì di fronte. Un’ottima intuizione perché davvero il menù è fantastico, cibi locali e sapori tipici di questa zona. Affettati, salumi nostrani e tanto tartufo, cosa volere di più!

Sazi e soddisfatti, decidiamo di proseguire nel nostro giro turistico. Ma che bello! Che bei palazzi che incontriamo! Dopo aver attraversato il maestoso corso centrale, la piazza ed il palazzo comunale, tutti di epoca medievale, eccoci alla Basilica di Santa Chiara. È così bella, trasmette anche solo dall’esterno un’idea di pace e purezza nel suo marmo bianco e rosa ed il suo aspetto austero e semplice. L’interno è proprio come ce lo si può immaginare da fuori: umile e scarno. Anche qui scendiamo nella cripta che contiene le spoglie della santa, un bellissimo tempietto sulle cui pareti sono raffigurate alcuni momenti di vita di Santa Chiara.

Prima di lasciare Assisi non torniamo subito in stanza perché la guida ci suggerisce la visita della Porziuncola, la culla del francescanesimo, inglobata oggi in un’altra Chiesa. Fede, rispetto e devozione si incontrano regalandoci un’atmosfera unica che porteremo sempre con noi.

“Ci chiamarono Briganti: noi che combattemmo in casa nostra, noi che difendemmo i tetti paterni. Invece galantuomini loro, venuti qui a depredarci”.  Questa citazione di Giacinto de’ Sivo che apre il film “1860, Tramonto del Sole” ne riassume alla perfezione l’essenza, la natura, il desiderio di verità che lo ha portato alla luce.  «Un film […]

Contina a Leggere

È forse la cerimonia più sentita per tutti i cellesi: è il pellegrinaggio a San Vito.  Ogni anno i cellesi residenti e quelli che oramai, per svariati motivi, non lo sono più fanno di tutto per trovarsi nel piccolo borgo francoprovenzale e riunirsi in questa occasione. L’8 agosto si ricorda l’antico rito di San Vito […]

Contina a Leggere

Si chiama Puella Apuliae la prima birra bianca 100% origine Puglia partorita sotto l’etichetta Rebeers nell’ambito del progetto birraio Stupor Mundi dedicato alla memoria storica di Federico II di Svevia. Un’iniziativa originale e ambiziosa quella intrapresa da Michele Solimando che punta alla valorizzazione della nostra storia intrecciata a doppio filo con quella della nostra terra, […]

Contina a Leggere

Finire sulla sua pagina Instagram è un must per noi fresche sposine. Niente da fare, quando vediamo le nostre foto pubblicate da “La Zita pugliese” un po’ ci sembra di essere delle star sulla copertina di un rotocalco. Tutto questo è molto bello e assai stimolante, ma la cosa ancor più bella è quello che […]

Contina a Leggere

L’entusiasmo e la gioia di9 Ilivedere il proprio progetto prendere forma emerge dai loro occhi, anche se l’intervista è solo in video. Lorenzo Cercio e Michela De Brita mi raccontano del loro progetto “Sequor Apuliae”, descrivendomene i dettagli orgogliosi come si fa con una creatura nata da poco. Cos’è “Sequor Apuliae”? L’idea del nostro progetto […]

Contina a Leggere

“Una favola”, “come in un film della Disney”:così chi ha partecipato, in presenza e a distanza, al nostro matrimonio, ha definito la giornata del 19 maggio 2022. Sono passati due mesi e quando ci ripenso mi sembra ancora di viverla quella favola. Ogni cosa era stata organizzata per riuscire in questo intento e vedere quel […]

Contina a Leggere

Io e Ylenia ci conosciamo dall’infanzia: intervistarla per me è stata una grande emozione. Ricordo ancora i pomeriggi passati a giocare sulle scale o a passeggiare nella nostra piccola Celle in estate. Tuttavia, da quelle bambine che eravamo siamo entrambe diventate delle donne, con percorsi di vita differenti ma al contempo molto simili. Anche lei, […]

Contina a Leggere

Ha sapore di accenno d’estate questo lungo ponte del 25 aprile. Se il meteo non ha graziato proprio tutte tutte le zone d’Italia per una gita fuori porta in questo weekend, c’è ancora la giornata di oggi da sfruttare per un’uscita al lago, al mare o nel verde. E se proprio dovesse ancora piovere, non […]

Contina a Leggere