Crea sito

Cucina

Importata al Nord, resto sempre di sangue pugliese. Quando manca casa, la miglior cosa è quella di evocarla con i suoi sapori. Ecco allora che sabato scorso mi sono dilettata a riprodurre la classica focaccia barese.

Tra le tante ricette sbirciate, questa è quella che mi è piaciuta di più. Ve la ripropongo.

Ingredienti per 8 persone

PER L’IMPASTO:
330 g Farina di grano tenero 
250 g Farina di grano duro
350 ml Acqua tiepida
10 g Lievito di birra fresco 
circa 120 g Patata lessa
50 ml Olio extra vergine di oliva di qualità 
1 cucchiaino colmo Sale 
1 cucchiaino Zucchero
PER LA FARCITURA:
circa 500 g Pomodori medi 
20 circa Olive 
12 cucchiai Olio extra vergine di oliva di qualità 
q.b. Origano secco
q.b. Sale e pepe
  1. In una ciotola versiamo metà acqua tiepida e sciogliamo all’interno il lievito di birra assieme allo zucchero. Poi aggiungiamo le farine e cominciate a impastare ma senza amalgamare troppo gli ingredienti.
    Ora salate e aggiungete la patata lessa schiacciata due volte con lo schiacciapatate così risulterà ancora più fine e più facile da amalgamare. Terminate di versare tutta l’acqua (e aggiungetene poca alla volta perché l’acqua risulta indicativa dato che la patata ad esempio potrebbe aver assorbito più o meno acqua durante la cottura), l’impasto dovrà risultare leggermente appiccicoso, impastate fino ad ottenere un composto omogeneo, poi trasferitelo sul piano di lavoro e incorporate l’olio piano piano fino a farlo assorbire tutto.
  2. Dividete l’impasto a metà, formate due sfere e disponetele distanziate in una teglia da forno rettangolare leggermente unta di olio. Magari ungete pure la superficie delle sfere per evitare che si secchino, coprite morbidamente con della pellicola o con un canovaccio e lasciate lievitare in un luogo tiepido e privo di correnti d’aria per circa 2 ore e mezza.

  1. Prendete due teglie da 32 cm di diametro circa dal fondo abbastanza sottile, versate due cucchiai di olio su ciascuna e spalmatelo al meglio. Mettete una sfera lievitata sulla prima teglia e stendetela con i polpastrelli. Ora aggiungete metà dei pomodori che spaccherete con le mani direttamente sopra la focaccia e che distribuirete in modo omogeneo, poi unite le olive (anche tagliate a metà se volete) l’origano secco, 4 cucchiai di olio e un pizzico di sale. Fate la stessa cosa con l’altra teglia.
  2. Non serve farla lievitare. Cuociamola subito in forno preriscaldato a 250°-270° in modalità statica per 15 minuti nella parte bassa del forno e poi per ancora 15 minuti circa nella parte centrale. Ovviamente quando sposterete la prima teglia nella parte centrale nella parte bassa potrete disporre la seconda teglia, così ottimizzerete il tempo.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE 900 g zucca 200 g farina 60 g grana grattugiato  3 uova burro olio extravergine di oliva sale pepe Per la ricetta dei tortelli di zucca, impastate la farina con 2 uova e un cucchiaino di olio fino a ottenere un panetto omogeneo, quindi lasciatelo riposare in una ciotola avvolta nella […]

Contina a Leggere

La loro forma a mezzaluna con la chiusura dentellata e pieghettata rivolta verso l’alto, vuole richiamare i profili frastagliati delle cime delle montagne che circondano la valle. Le Creste Scalvine sono una pasta fresca ripiena fatta a mano, dalla la cui forma è attentamente studiata. La ricetta tradizionale delle Creste Scalvine prevede l’impiego dei seguenti […]

Contina a Leggere

Ho conosciuto il bombardino quando ho iniziato a trascorrere i miei inverni in montagna, ne parlo infatti nel mio articolo “Una giornata a Madonna di Campiglio https://www.leonardagirardi.com/una-giornata-a-madonna-di-campiglio/“. Questa bevanda calda infatti nasce a Livigno, in Valtellina: a base di zabaione, viene servita con una generosa quantità di morbidissima chantilly che fa da cappello. La panna […]

Contina a Leggere