È di queste ore la notizia che molto probabilmente cinema e teatri riapriranno dal 27 marzo, in base all’andamento dei contagi.

Questo è l’annuncio che operatori e protagonisti del mondo dello spettacolo aspettavano da tanto.

I teatri hanno chiuso le porte un anno fa e non le hanno più riaperte. A nulla sono serviti gli appelli e le manifestazioni, i progetti e le iniziative per permettere una nuova ripartenza.

Ma ieri la buona nuova: cinema e teatri potranno riaprire, contagi permettendo, con posti distanziati e preordinati, nel massimo rispetto delle norme anticovid.

In alcuni casi, però, i teatri non hanno mai chiuso, almeno metaforicamente. Ad esempio, in questi mesi, la compagnia teatrale “Filo di rame” di Palazzolo sull’Oglio ha, infatti, trovato altri linguaggi per portare avanti la propria passione ed il proprio lavoro e rimanere in contatto con i propri spettatori.

Dopo un inizio in presenza al Teatro Sociale, la stagione 2020/2021 si è spostata sul web. Tanti gli spettacoli predisposti dalla Compagnia: per adulti, per bambini e per famiglie.

In modo particolare, ieri ho avuto il piacere di partecipare allo spettacolo “Di folli, di William e d’altre sciocchezze” interamente online.

Una trama semplice, ma efficace, tipica della Commedia dell’Arte, che ha visto come protagonisti Mercuzio e Valentino, due giullari della corte Veronese, in partenza per Milano, incaricati di far spettacolo dinanzi al Duca. Una volta accortisi, ormai troppo tardi, di aver studiato due testi differenti, una sola ora li divide dalla messa in scena: i due iniziano quindi una corsa contro il tempo nel tentativo di inscenare uno spettacolo degno del sovrano, cercando nel loro repertorio la giusta combinazione tra battute ed improvvisazioni, mettendo in scena una carrellata di testi tratti da alcune opere shakespeariane.

Le emozioni provate sono state le stesse di uno spettacolo dal vivo, anzi, maggiori, perché scaturite dal constatare quanto lavoro c’è stato dietro, quanta passione ci vuole per arrivare a trasmettere sensazioni belle.

L’adrenalina che si sente sulle poltroncine del teatro, precedente l’apertura del sipario, è stata la stessa anche dal web, anche dal divano di casa. A spettacolo iniziato, le sapienti riprese ed il talento dei due attori Marco Pedrazzetti e Angelo Ceribelli, hanno coinvolto i tanti spettatori “in sala”.

Sì, perché sembrava davvero di stare a teatro! Tutti noi spettatori, collegati su zoom, infatti, eravamo vicini, e proprio davanti agli attori, perché riflessi su un maxi schermo di fronte al palco.

E allo stesso modo, siamo stati coinvolti dagli attori, che “entrando nelle nostre case”, hanno chiacchierato e scherzato con noi, regalandoci l’atmosfera che tanto ci manca, a casa nostra.

Potete trovare ulteriori informazioni sulla Compagnia e sugli spettacoli della stagione teatrale in corso sul sito: https://www.filodirame.it/stagione-eventi/

E in una mia prossima intervista 😉