Una casetta viola sul ciglio della strada! Ecco, siamo arrivati! Una volta nel campo di lavanda in cui ho appuntamento con Germana, social media manager de La Lavanda del Lago, vengo immediatamente rapita dai profumi e dai colori che questo fiore sprigiona nel suo periodo di massima fioritura, a fine giugno – inizi di luglio.

Sembro una bambina al parco giochi quando ricevo il permesso di girare tra i campi. Un po’ titubante per la paura di incappare in qualche ape, assuefatta dal profumo di lavanda proprio come me, mi in cammino per i sentieri.

Ritorno in me solo per fare l’intervista.

๐Ÿ’ “Per fare tutto ci vuole un fiore” diceva una canzoneโ€ฆ

E possiamo dire che questo รจ anche un po’ il motto della Lavanda del Lago, una realtร  bresciana che dalla lavorazione della lavanda crea molteplici prodotti per il benessere della persona, a livello psicologico e fisico.

Tutto inizia dal fiore di lavanda, coltivato nelle terre bresciane, e raccolto a metร  luglio circa. Da lรฌ avviene la distillazione del famoso Olio di lavanda da cui produrre poi profumi, saponi e derivati.

Ci ha raccontato tutto questo Germana Marcelli, che ringrazio per avermi dato la possibilitร  di realizzare il mio sogno di inebriarmi del profumo di un campo di lavanda e per averci fatto conoscere anche il dietro le quinte che c’รจ dietro la produzione.